Nel mio libro “LA TERZA VIA ALLA SCULTURA” pubblicato nel novembre 2004 scrivevo……….

“Per quanto riguarda le tecnologie non possiamo ignorare che siamo nell’era del computer; a questo strumento si deve l’enorme accelerazione del progresso tecnologico………. .
…..Oggi è possibile progettare la scultura direttamente, suddividere e quotare le singole parti, e procedere alla sua realizzazione a grandi dimensioni. Si può …….costruire direttamente l’opera con il metodo della prototipazione rapida. Utilizzando una sorta di fotocopiatrice tridimensionale, si passa direttamente dal progetto all’opera, attraverso la condensazione di particolari resine nel punto di intersezione di tre raggi laser, oppure tramite particolari plotter che, strato dopo strato, depositano un catalizzatore invece dell’inchiostro.

Esiste anche la possibilità, con l’elettroerosione, di tagliare “direttamente nel metallo” la scultura tramite un filo, pressappoco come si taglia il polistirolo”.

Grazie al mio ex alunno MARCO BORGHETTI, che con grande passione ha messo a mia disposizione la sua professionalità e le macchine della sua azienda, sono in grado di presentare alcuni dei risultati ottenuti applicando l’avanzatissima tecnica dell’elettroerosione.

Settembre 2006

Guido Moretti